YogAssisi > Blog  > Gli infiniti usi del cocco
gli infiniti usi del cocco e dell'olio di cocco

Gli infiniti usi del cocco

Conosci gli infiniti usi del cocco e dell’olio di cocco?
Io lo uso quotidianamente da un po’ di tempo: oltre alla sua incredibile versatilità, mi permette di ridurre packaging, plastica e costi!

Lo uso come:

  • impacco per i capelli ricci o secchi: tienilo da un minimo di 1 ora fino ad un giorno/notte, saranno ristrutturati e morbidi
  • struccante: io uso il rimmel resistente all’acqua ed è fantastico!
  • “crema” per il corpo e per il viso: idrata e nutre intensamente la pelle senza ungere e consente di farti un bel massaggio per farlo assorbire per bene… il profumo non è persistente e non da fastidio
  • impacco lenitivo per la pelle: in caso di bolle di zanzara (elimina anche il prurito), piccole scottature (anche solari), eritemi, pelle estremamente screpolata (naso rosso da raffreddore, secchezza dell’epidermide…), post rasatura per gli uomini
  • dentifricio: grazie alle sue virtù antibatteriche e sbiancanti. Il modo più semplice è mischiarlo con il bicarbonato e stevia (facoltativa). Se vuoi provare una formula più elaborata mescola l’olio di cocco (2 cucchiai) con il bicarbonato (2 cucchiai) e argilla verde pura al 100%
  • scrub per il corpo: con l’aggiunta di sale o zucchero lascia la pelle levigata e morbida, delicatamente profumata.

Lo puoi trovare anche nei supermercati tra i prodotti alimentari!
Ricorda però che, mentre è riconosciuta la sua validità in campo cosmetico, ancora dubbia è la sua bontà come alimento vista la sua grande quantità di grassi saturi e conseguente rischio di innalzamento del colesterolo.

Ogni tanto puoi però coccolarti con dei dolcetti al cocco!

Ingredienti
150 g cocco grattugiato
120 g zucchero
3 albumi

Mescola accuratamente gli ingredienti fino a ottienere un composto uniforme. Trasferiscilo in una sac-à-poche e realizza dei ciuffetti di circa 20 g ciascuno. Cuoci in forno ventilato a 200° per 10’ circa o finché non risulteranno dorati in superficie. Sfornali e lasciali raffreddare prima di spostarli, perché caldi sono morbidi e potrebbero rompersi.

Puoi profumare i dolcetti con della scorza di limone o lime 🙂

Possono essere conservati per 10 giorni in una scatola di latta. Altrimenti ti consiglio di congelarli.

Compilando il form di iscrizione alla Newsletter potrai essere aggiornata su tutte le nostre attività in Umbria e in Italia.

    Iscriviti alla newsletter mensile

    Per ricevere informazioni sulle energie del mese e meditazioni per viverci in armonia e con la giusta vitalità, anteprime promozioni in merito ai corsi, ai ritiri, allo YogAssisi Festival e alle consulenze individuali e trovare ispirazione per il tuo meraviglioso percorso di trasformazione nella donna che desideri essere/divenire.

    Agiapal Kaur

    Vivere gli uni per gli altri nella Grazia è la mia aspirazione.