YogAssisi > Blog  > Luna piena in Scorpione

Luna piena in Scorpione

La luna piena nel segno dello Scorpione porta le energie molto intense, legate al mondo dell’inconscio. È considerata una delle lune più magnetiche, purificatrici e profonde di tutto il ciclo lunare.

Poiché questa Luna Piena cade nel segno acquoso dello Scorpione e la Luna è governata dall’elemento acqua, potremmo anche ritrovarci a sentirci più sensibili e in contatto con i nostri sensi superiori. La nostra intuizione può parlarci con più chiarezza o potrebbe essere più facile per noi raccogliere le comunicazioni nascoste di coloro che ci circondano.

Nelle prossime giornate riposa, apri il cuore per sviluppare compassione e tolleranza (che non significa sopportare ogni situazione e/o persona): presta attenzione all’intuito e ai sentimenti che senti affiorare. È il periodo giusto per lasciare andare tutto quello di cui non hai più bisogno. Questo lungo periodo particolare ti ha sicuramente mostrato molto in tal senso.

“Lo stato più elevato di cui possiamo godere in una vita umana è sviluppare l’auto-compassione. ” – Yogi Bhajan

Ti propongo questa meditazione per percepire il tuo equilibrio interiore: inizia dal percepire l’equilibrio dei tuoi indici, stabili, davanti al tuo cuore; poi percepisci l’equilibrio del tuo respiro; infine percepisci l’equilibrio del tuo intero essere.

Coltiva il tuo equilibrio interiore partendo dalle percezioni corporee e poi estendile alla percezione del sentire, solo così potrai sviluppare compassione e gentilezza verso te stessa e verso gli altri. Quando ti senti in equilibrio sei in uno spazio protetto e vasto, in cui ti puoi manifestare nella tua forma più aggraziata e forte.

MEDITAZIONE PER SVILUPPARE GENTILEZZA E TOLLERANZA

Posizione: siedi in una posizione comoda, a gambe incrociate su di un tappetino o sopra una sedia, con la colonna vertebrale diritta.

Mudra: porta le mani di fronte al petto con i palmi verso l’alto. Premi le dita il medio, l’anulare e il mignolo nella parte posteriore delle falangi. Le tre dita sono rivolte verso l’alto. Gli indici puntano in direzione opposta al corpo e sono incrociati. Estendi i pollici lateralmente. Mantieni questo mudra di fronte al petto, all’altezza del centro del cuore con gli occhi chiusi.

Respirazione: respira in modo segmentato inspirando in 4 piccoli sorsi, poi sospendi il respiro per lo stesso periodo di tempo dell’inalazione segmentata (apnea piena), poi espira in 4 parti uguali e sospendi l’espirazione per lo stesso periodo di tempo (apnea vuota). Una volta che hai stabilizzato questa sequenza prova a segmentare il respiro in e 8, 12 o 16 parti uguali.

Mantra: vibra mentalmente Sa Ta Na Ma per ogni parte del respiro: inalazione, sospensione, espirazione, sospensione. Puoi ascoltare qui una bella versione del mantra.

SA è l’inizio, l’infinito, la totalità di tutto ciò che è sempre stato, è o sarà.

TA è la vita, l’esistenza e la creatività che si manifesta dall’infinito.

NA è la morte, il cambiamento e la trasformazione della coscienza.

MA è rinascita, rigenerazione e risurrezione, che ci permette di sperimentare consapevolmente la gioia dell’infinito.

Deriva da «”Sat Nam” (il Suo Nome è Verità) mantra seme o bij mantra che ci riconnette alla nostra autenticità, alla verità suprema nella nostra coscienza,

Tempo: 11-22 minuti.

Iscriviti alla newsletter mensile

Per ricevere informazioni sulle energie del mese e meditazioni per viverci in armonia e con la giusta vitalità, anteprime promozioni in merito ai corsi, ai ritiri, allo YogAssisi Festival e alle consulenze individuali e trovare ispirazione per il tuo meraviglioso percorso di trasformazione nella donna che desideri essere/divenire.

Agiapal Kaur

Vivere gli uni per gli altri nella Grazia è la mia aspirazione.